fbpx

La via della psicosintesi

Una delle peculiarità della psicosintesi di Roberto Assagioli, fu di ampliare l’ambito della ricerca psicologia alle sfere transpersonali, a partire da una prospettiva olistica ed evolutiva dell’uomo sano. La psicosintesi si caratterizza per essere un modello che origina dalla sintesi di diversi approcci psicologici, pur mantenendo una propria struttura originale e in divenire.

Le influenze da cui Assagioli partì per ideare l’impianto teorico ed operativo della psicosintesi furono molteplici e diversificate. Da un lato è possibile ravvisare l’influenza dei suoi primi maestri, Freud e Jung (Assagioli fu l’unico membro italiano dell’associazione psicoanalitica internazionale); esistono infatti alcuni punti di convergenza tra psicosintesi, psicoanalisi e psicologia analitica (anche se notevoli sono i punti di divergenza).

Del movimento umanistico-esistenzialista Assagioli apprezzò e condivise il focus sulle potenzialità e sul ruolo propulsivo e trasformativo che può esercitare la volontà, ma anche l’importanza attribuita all’impianto motivazionale e valoriale dell’essere umano. Ciò che contraddistingue maggiormente la psicosintesi rispetto ad altri approcci psicologici è però indubbiamente l’influenza delle tradizioni spirituali orientali, e in particolare della filosofia dello yoga, con i suoi riferimenti all’unità della vita a tutti i livelli e alle potenzialità evolutive della coscienza.

Per la psicosintesi la personalità non è più l’ultima istanza di riferimento; l’uomo è collocato in una dimensione spirituale-evolutiva che non può essere ignorata se si vuole aspirare a vivere una vita piena di significato. Secondo la psicosintesi l’uomo non è quindi un mero fenomeno bio-psicologico, ma possiede anche una componente transpersonale, che lo spinge alla ricerca della propria identità e della propria evoluzione, intesa come espansione della coscienza con progressivo spostamento verso visioni più ampie ed inclusive dell’esistenza dopo aver integrato le precedenti dimensioni.

L’evoluzione si realizza tramite il prevalere della coscienza sulle forze istintuali e sui condizionamenti, ed è un concetto dinamico, che trae origine dalla tensione tra forze che inducono alla ricerca di nuove organizzazioni ed integrazioni in strutture psichiche più evolute, e forze che si contrappongono trattenendo verso l’omeostasi e la passività. La psicosintesi non nega l’importanza dei condizionamenti genetici, sociali e biologici, ma sostiene che essi non siano sufficienti per spiegare la complessità della natura umana. Nell’uomo esiste una dimensione transpersonale, un’area supercosciente, in cui ha sede la coscienza del Sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: